Loading...

Come aumentare la forza di volontà. Suggerimenti concreti

La maggior parte delle azioni della vita sono alla nostra portata, ma le decisioni richiedono forza di volontà.

Robert McKee

Probabilmente ne hai già sentito parlare.

In giro si dice spesso che la forza di volontà sia un muscolo.

Ed in fondo secondo me è un po’ vero.

Al pari di addominali e bicipiti anche la nostra forza di volontà può essere allenata e così aumentare tramite un giusto training.

Certo, si tratta di un “muscolo” leggermente differente.

Un muscolo mentale per essere esatti.

Un muscolo che quindi richiederà strumenti ed esercizi specifici. E tra pochissimo scopriremo quali sono.

Quello che intanto vorrei dirti è un’altra cosa.

La forza di volontà, la nostra capacità quindi di impegnarci nel lungo termine, è di una importanza smisurata.

Rappresenta ciò che fa la differenza tra il raggiungere un obiettivo o meno.

La nostra forza di volontà, la capacità di rimanere focalizzati, va infatti ben oltre la famosa motivazione di capodanno. Una motivazione con la quale sono sicuro abbiamo tutti una certa familiarità.

Una motivazione di breve termine, nella quale ci lanciamo carichi di adrenalina in meravigliosi e mirabolanti nuovi propositi di inizio anno, salvo poi desistere a distanza di qualche settimana non appena l’euforia iniziale viene meno.

Dai, non fare il finto tonto, sai bene di cosa parlo 😉

E qui veniamo al punto.

È invece proprio la forza di volontà a farci tirare dritto verso la meta anche quando la motivazione iniziale svanisce.

È la forza di volontà che ci fa lavorare sui nostri progetti sia col buono che col cattivo tempo, sia quando ne abbiamo voglia sia quando preferiremmo stare al bar con gli amici.

La motivazione, in poche parole, può farci vincere uno sprint. Ma è la forza di volontà, invece, a farci vincere le maratone.

Ma com’è possibile allora allenare questo muscolo?

Com’è possibile aumentare la nostra forza di volontà?

Scopriamolo subito 😉

 

Impariamo a rinviare la tentazione

Dito che sta per sbloccare lo screen di uno smartphone

Rivolgiamo per un attimo lo sguardo a come trascorriamo le nostre giornate.

Cosa succede di solito?

Ci impegniamo sul nostro lavoro. Siamo carichi e concentrati, ma poi ad un certo punto succede qualcosa.

Ci distraiamo, alziamo lo sguardo dai libri, prendiamo lo smartphone, vediamo se ci sono notifiche.

Cominciare a curiosare su Instagram, ci facciamo un po’ i caz#i degli altri, vediamo come se la passano, poi andiamo su Youtube, iniziamo con uno e poi ci perdiamo tra mille video, rispondiamo quindi agli amici su Whatsapp, e così via.

Ci ritroviamo in queste parole, non è vero?

Bene.

In realtà sono proprio questi i momenti nei quali abbiamo a disposizione una preziosa occasione per sviluppare e aumentare la nostra forza di volontà. E ti spiego subito come.

La prossima volta facciamo una cosa molto semplice.

Facciamo un buon respiro e rinviamo la tentazione.

Sì, esatto.

Posticipiamo lo stimolo che ci balena in testa per almeno cinque minuti.

Che si tratti di controllare i post su Instagram, contare i likes sul nostro nuovo post, vedere se è arrivato un messaggino.

Impariamo a rinviare la gratificazione istantanea.

Insegniamo alla nostra mente a differire il tempo di risposta tra il sorgere dello stimolo e la ricompensa immediata.

Quello che succede dopo è sbalorditivo.

Alla fine di questo semplice rimando avvertiremo un senso di compiacimento per essere riusciti a resistere a quella piccola tentazione. Forti di questo risultato iniziale continueremo a rimanere focalizzati sulla nostra attività.

Si verrà a creare infatti un circolo virtuoso del tipo: “Se ho resistito cinque minuti posso resisterne anche dieci”.

Applicando quest’abitudine arriveremo pian piano, col passare dei giorni, a lasciar scivolare via del tutto le distrazioni che ci balzano in testa.

Il meccanismo è quindi semplice:

Più resistiamo ad una tentazione, più rafforziamo la nostra autodisciplina e meno rischi corriamo di incorrere in ulteriori tentazioni in futuro.

Ma è vero purtroppo anche il contrario.

Quando cediamo a quella piccola tentazione iniziale erodiamo, anche se inizialmente di poco, la nostra forza di volontà. E questo, nel suo piccolo, ci renderà maggiormente vulnerabili alle prossime distrazioni, innescando una spirale negativa.

Sul tema della tentazione e della gratificazione posticipata penso potrà piacerti questo Ted Talk in basso 😉

 

Non rimandiamo quello che dobbiamo fare

Un altro stratagemma che ti propongo è proprio questo.

Se da un lato, come abbiamo visto, dobbiamo imparare a rimandare le tentazioni, dall’altro non dovremmo mai rimandare le attività importanti.

Se dobbiamo fare qualcosa, anche di complicato, facciamola. Punto.

Più facile a dirsi che a farsi, néh? 😉

Il nostro principale impedimento è che spesso all’inizio, dinanzi un compito difficile, lungo e complicato, ci blocchiamo. E questo perché quel compito ci sembra un’autentica fatica d’Ercole.

Ci appare complesso, articolato e soprattutto dall’esito incerto.

Non riusciamo nemmeno a vedere il traguardo. E quindi procrastiniamo.

Mettiamo la testa sotto la sabbia come gli struzzi e posticipiamo ad una ipotetica data futura la ripresa delle nostre attività.

La soluzione è però un’altra.

Niente da lunedì comincio a studiare, niente date magiche, niente dalla settimana prossima mi metto a dieta.

Rinviamo ogni comfort e diamoci da fare adesso, senza se e senza ma.

Se ci viene difficile cominciamo con un solo primo passo avvalendoci della famosa tecnica del pomodoro.

Ogni piccolo successo, ogni piccolo traguardo, per quanto modesto, sarà autentica linfa vitale per la nostra autostima e per la nostra motivazione.

Ricordiamoci infatti che il progresso è la migliore forma di motivazione.

Raggiunti i primi modesti risultati quel traguardo un tempo lontano non sembrerà più poi così irraggiungibile, e questo ci incentiverà a coltivare ancor di più il nostro impegno.

 

Sfidiamo noi stessi

Un corridore fa stretching in mezzo alla strada

Un’altra tecnica che uso è quella delle piccolissime sfide legate alla nostra quotidianità.

Piccole challenges che assumiamo con noi stessi e non necessariamente legate ai nostri obiettivi principali.

Parliamo di piccole sfide che aiutano ad aumentare la nostra forza di volontà.

Ti darò un paio di esempi dalla mia esperienza personale.

Possiamo impegnarci a svegliarci alle sei del mattino per dieci giorni di fila e andare a fare subito una corsetta.

Possiamo impegnarci a rifare il letto per une mese come prima cosa appena svegli.

Possiamo impegnarci a tenere un diario giornaliero ogni sera per due mesi.

Possiamo impegnarci a fare solo doccia fredda per due settimane (questa è pazzesca e la consiglio tantissimo).

Questa disciplina auto-imposta, anche se non legata ad obiettivi particolarmente eclatanti, ma comunque portata avanti sia col buono che col cattivo tempo, favorirà in noi lo sviluppo di una maggiore forza di volontà.

Sull’argomento forza di volontà e piccole sfide quotidiane ti lascio anche un altro video.

Questo è davvero imperdibile 😉

 

Conclusioni

Bene, questi sono tre piccoli stratagemmi che sono sicuro ci saranno di forte aiuto per aumentare la nostra forza di volontà.

Se ne conosci altri condividili pure con noi nei commenti.

Noi ci leggiamo al prossimo articolo.

Un abbraccio,

Carlo

 

Travala.com. Nuova incredibile piattaforma di viaggio che permette di pagare (anche) con le criptovalute. Iscriviti con questo link. Viaggia, divertiti, e ricevi indietro 23 Euro 😉

Amazon Prime Video. Film e serie TV per rilassarci dopo una giornata produttiva. I primi 30 giorni sono in prova gratuita

Libri consigliati da Carlo. Ho selezionato in questa pagina le letture che più mi hanno ispirato e supportato nel raggiungere i miei obiettivi di vita. Saranno di aiuto anche a te

Kindle Unlimited. 30 giorni in prova gratuita. Lo uso e lo consiglio

 

You might also like

No Comments

Rispondi